WWW.FPCGILBAT.IT
SEGUITE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK CLICCANDO "MI PIACE"

Domenica 24 Novembre 2013 10:25 Sanità - Sanità Pubblica
Stampa PDF
Condividi

logo2COMUNICATO STAMPA

 

Finalmente la Regione Puglia ha dato una risposta concreta al gravissimo problema delle lunghe liste di attesa per usufruire di prestazioni specialistiche strumentali e visite mediche.

 Tale problematica  investe i cittadini pugliesi che non possono aspettare mesi o anni per ricevere prestazioni sanitarie sia per effettuare medicina preventiva e sia quando, purtroppo, si ammalano di patologie gravi.

L’accordo siglato il 21 ottobre c.a. tra l’assessorato alle politiche della salute della Regione Puglia ed i sindacati regionali,  mette a disposizione dei Direttori Generali delle ASL circa 20 milioni di euro per abbattere le liste di attesa ed erogare in tempi ragionevoli,  tac, risonanze magnetiche, esami cardiologici, ecocolordoppler, ecocardiogrammi, visite oculistiche, campi visivi, mammografie etc.

Questa Organizzazione Sindacale chiede alla Direzione Generale dell’ASL BT di non  perdere altro tempo e di fare tutto il possibile affinchè in questa ASL si possano ricevere  prestazioni sanitarie degne di un paese civile e contemporaneamente  gratificare gli operatori sanitari che  a fronte di un aumento di ore lavorative, in questo particolare momento di recessione, possano anche beneficiare di    un miglioramento economico.

  Certo che ricorrere a turni lavorativi aggiuntivi per abbattere liste di attesa, risolve in parte il problema, anche se la problematica vera è rappresentata dalla carenza di personale sanitario che crea  turni di servizio stressanti ai lavoratori con conseguenti disservizi e problemi di malasanità.

La Puglia rimane ancora, tra tutte le regioni d’Italia, la regione con il più basso numero di personale assunto nelle strutture sanitarie pubbliche, questo dovuto al continuo blocco del turn-over stabilito dal governo nazionale e unito al blocco di assunzioni dovuto al piano di rientro ha visto continuamente personale andare in pensione e non essere sostituito.

La CGIL Funzione Pubblica BAT alla luce di tutto ciò chiede che venga rimesso al centro di tutta la organizzazione sanitaria in Puglia il cittadino utente, ed è a lui e soltanto intorno a lui vanno create tutte le situazioni per riportare efficacia ed efficienza ad un sistema sanitario in grave difficoltà.

 

Il Segretario Aziendale FP CGIL ASL BT       Il Segretario Provinciale FP CGIL BAT

              Michele Gorgoglione                                              Rosa Matera

 

                                               Il Segretario Generale FP CGIL BAT

                                                                  Luigi Marzano

smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon
You are here:   HomeSANITA'SANITA' PUBBLICACOMUNICATO STAMPA LISTE D'ATTESA
| + -
cgil.it
radio articolo 1
cgil sistema servizi
ediesse