WWW.FPCGILBAT.IT
SEGUITE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK CLICCANDO "MI PIACE"

Mercoledì 10 Dicembre 2014 00:05 Sanità - Sanità Pubblica
Stampa PDF
Condividi

logo2Comunicato di Luigi Marzano dopo le scelte dell'ASL BT 

 

 

 Aver scomodato il sindacato dei giornalisti per rispondere a delle scelte poco limpide fatte dall’ASL BT, significa che chi aveva il dovere di replicare, al comunicato della Cgil di Barletta, non aveva argomenti validi da esporre. Spostare l’attenzione sul nobile fine della battaglia al precariato, è un misero tentativo per nascondere scelte di parte, che non riguardano solo l’addetto stampa, ma anche altre delibere di favore. Se l’Asl Bt aveva a cuore il problema dei precari, poteva rinnovare per altri 3 anni, a similitudine dell’addetto stampa, tutti gli altri precari prossimi di scadenza. Questo sì sarebbe stato un bel gesto che avrebbe trovato il nostro totale apprezzamento. Quanto alla nostra doppia morale, possiamo dimostrare con i fatti che ci battiamo sempre per la stabilizzazione di tutti i precari, anche di quelli non iscritti alla Cgil. A tal proposito alleghiamo la nota della nostra manifestazione fatta il 3 dicembre u.s. sotto l’Assessorato alla Salute per rivendicare la stabilizzazione di tutti i precari e la loro continuità occupazionale. E poi cosa c’entra un contratto per dirigenti ai sensi dell’articolo 15 septies della legge 502/92 con il problema del precariato? Il 15 septies è un incarico con inizio e fine, ad alta rilevanza strategica. Non puo’  essere emanato senza atto aziendale. La  Regione Puglia, con propria circolare del 2011 n’è blocca qualsiasi applicazione in quanto si configura come nuova assunzione e come tale deve essere sottoposta a deroga. Deroga che la ASL BT non ha mai avuto. Perché le vere emergenze, nella Bat sono gli anestesisti, la chirurgia d’urgenza, gli infermieri e non gli addetti stampa, servizio che non ha nessun assessorato regionale. Quanto al compenso dell’addetta stampa, la delibera n. 2007 del 27.11.2014 della Asl Bt, che si allega, parla di una spesa  complessiva di 279 mila euro fino al 2017. E’ falsa la delibera? E allora va corretta. Mi giova ricordare che l’Assessore Regionale Pentassuglia, il giorno 3 dicembre scorso, nella riunione con i Direttori generali delle Asl pugliesi, ha richiamato i direttori in uscita ( come quello dell’Asl Bt ) a non emettere provvedimenti straordinari, ma a limitarsi solo alla ordinaria amministrazione. Un atto di buon senso non puo’ che suggerire il ritiro delle delibere emanate. Questo territorio non merita altre mortificazioni.

 

Andria, 8.12.2014                         

 

 

Image-1

Image-12                             

smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon
You are here:   HomeSANITA'SANITA' PUBBLICAComunicato di Luigi Marzano - Segretario Generale Fp Cgil Bat
| + -
cgil.it
radio articolo 1
cgil sistema servizi
ediesse